Metafisica Di Inglese 22

10 messaggi inviati prima di italiano a scuola 3 libri perfetti per creare font

Trasferirsi di una soluzione okkazionalistsky su monads su cui il dio, ininterrottamente influenzandoli, armonizza e porta i loro stati in univocity, non Leibniz abbastanza soddisfatto. È stato necessario cercare in propria attività interna di ogni monad la ragione della sua unità con tutt'altro monads e descrivere la conduzione di processi a questa unità. Da qui il compito di caratterizzare questa attività interna di monads come una storia certa della loro vita ha seguito.

La seconda classe di monads differisce in questo i suoi elementi hanno sentimenti e sozertsaniye. Sono particolari per la maggior parte rappresentanti non sviluppati di questa classe la contemplazione passiva, cioè subconscia e semiconsapevole, vaga. A Leibniz il fruscio, appena udibile per noi pubblicato dal grano cadente di sabbia e il rumore debole di onde costiere è esempi preferiti di quelli. Ma significa che le percezioni vaghe, secondo Leibniz, sono disponibili non solo per il più basso, ma anche per il monads sviluppato (le anime). La struttura principale della seconda classe - animali. La loro attività principalmente di uno stradateln, è passivo; la coscienza non è particolare per loro.

Lo sviluppo di un monad avviene secondo il principio di una continuità. Le rappresentazioni, che sono a stesso monad in momenti diversi e a monads diverso il grado diverso nello stesso momento disuguale e possedente di chiarezza, gradualmente diventano più distinte e piene.

Tra natura inanimata cosiddetta e vivo c'è una comunicazione continua attraverso una catena di collegamenti di posredstvuyushchy, cioè gli esseri intermedi. Qui il principio di una continuità di un metodo di Leibniz entra in vigore. I passi di transizione sono e nella natura organica - tra impianti e animali e la gente.

Comunque il punto più alto in una catena della progressione monads non è la gente, ma anche non gli esseri, più perfetti, che la persona. E se c'è questo punto in generale? O è regolatore, ma obiettivamente soltanto non lo scopo esistente di aspirazioni? Come la ragione di obiettivo - oggettivo o regolatore - questo punto terminale apparirebbe nello stesso momento e "la primavera" finale di evoluzione di qualsiasi monad l'ordinamento e la coordinazione della sua attività con attività di tutt'altro monads.

La somiglianza di programmi di tutto monads è espressa e in una comunità di tendenze di sviluppo della loro vita emotiva. I processi informativi che sono fatti in loro sono internamente collegati alla fabbricazione di desideri come se il loro altro partito. In processo di rinforzo di attività informativa di monads anche i loro desideri che a sua volta diventano una fonte di progresso ulteriore di monads, i loro orientamenti a transizione ad aumento di stati più alto, cioè perfetto. Monads "appassionatamente" aspirano a questo scopo, sono uniti in lui dalla teleologia, generale sui contenuti, sebbene sempre in una misura diversa sia realizzato da monads diverso, e la gerarchia su gradi di perfezione ha luogo anche dal punto di vista di dimensione di realizzazione del generale per tutti loro lo scopo.

La risposta concreta è impossibile qui siccome i lavori del principio "il monads più alto sono incomprensibili per il più basso", ma il carattere generale della risposta è progettato chiaramente - tali classi non possono, ma esistere perché non c'è nessuna fine a desideri di persone monads, che è la loro aspirazione a miglioramento ulteriore, il progresso generale di tutto il loro collettivo. Leibniz pensa che nell'Universo ci sono esseri viventi, più perfetti, che persone.

La critica a cui la metodologia e il sistema di vista mondiale di Platon da matematici sono stati esposti, a tutta l'importanza non ha menzionato basi del concetto idealistico. Per sostituzione con sistema più produttivo sviluppato da Platon di metodologia di matematica è stato necessario sottoporre ad analisi critica la sua dottrina su idee, le sezioni principali della sua filosofia e come risultato di esso = il suo punto di vista su matematica. Questa missione è caduta alla grande quantità dello scolaro Platon - Aristotle.